Lo standard

Il primo standard del Labrador fu stilato nel 1887 per poi essere fissato nel 1916. Da allora fu rivisto una prima volta dopo la seconda guerra mondiale e una seconda volta nel 1988; è a questo standard che ci si riferisce attualmente.

Aspetto generale Di costruzione robusta, compatto, molto attivo. Il cranio ampio. Petto e costato ampi e profondi. Reni e treno posteriore larghi e forti. Il  pelo è corto e fitto, piuttosto ruvido al tatto, il sottopelo resistente ed impermeabile.regione-del-corpo-labrador
Caratteristiche Molto agile, di buon carattere. Fiuto eccellente. Bocca morbida. Amante dell’acqua. Adattabile ad ogni circostanza, devoto compagno.
Temperamento Intelligente, esuberante e docile, desideroso di compiacere. Indole buona senza traccia di aggressività o eccessiva timidezza.
Testa e cranio Cranio largo con stop ben definito. Testa ben modellata, asciutta, senza guance carnose. Mascelle di lunghezza media , poderose e non aguzze. Tartufo largo con narici ben sviluppate.

testa-labrador

Orecchie Né larghe né pesanti, portate pendenti vicino alla testa e attaccate un po’ arretrate.
Bocca Mascelle e denti forti. Dentatura completa regolare, chiusa a forbice, cioè, con gli incisivi superiori sovrapposti e aderenti a quelli inferiori, perpendicolari alle mascelle.
Collo Di bella linea, forte, poderoso, attaccato a spalle ben posizionate.
Arti anteriori Spalle lunghe e oblique. Arti dalla buona ossatura diritti, perpendicolari al suolo, dal gomito al piede, visti sia dal davanti che di profilo.

arti-anteriori-labrador-2

Tronco Torace ampio e disceso, con costole ben arcuate a botte. Linea del dorso dritta. Reni larghe, compatte e forti
Posteriore Ben sviluppato, non inclinato verso la coda. Ginocchia ben flesse. Garretti ben angolati, perpendicolari al suolo. Da evitare i garretti vaccini.

arti-posteriori-labrador

Piedi Rotondi e compatti. Dita ben arcuate e cuscinetti plantari ben sviluppati.

piedi-labrador

Coda Caratteristica della razza. Molto grossa verso la base si assottiglia gradualmente verso la punta; di lunghezza media, è senza frange ma ricoperta tutt’intorno da un pelo corto, fitto e folto, che le da quell’aspetto arrotondato da  coda di lontra. Può essere portata allegramente, ma mai arricciata sopra il dorso.

coda-labrador

Andatura e movimento Sciolti, con falcate adeguatamente ampie con arti diritti, solidi e paralleli, visti sia dal davanti che dal dietro.
Mantello Caratteristica della razza. Pelo corto e fitto, senza frange ondulate, piuttosto duro al tatto. Sottopelo resistente all’umidità.
Colore Nero uniforme, fulvo o cioccolato. Il fulvo varia dal crema chiaro al rosso volpe. Ammessa una piccola macchia bianca sul petto.
Taglia L’altezza ideale al garrese è di 56/57 cm. per i maschi e di 54/56 cm. per le femmine.
Difetti Ogni deviazione dallo standard è da considerarsi un difetto, che và penalizzato secondo la gravità.

Nota: i maschi devono avere due testicoli di aspetto normale, ben discesi nello scroto.

 

 I Colori

Il Labrador era all’origine solo nero e si racconta che quando nascevano cuccioli di colore giallo, venivano soppressi perchè considerati eccezioni non gradite. Attualmente invece questo è molto amato.

Il Labrador nero è tutto di colore omogeneo ed è il carattere dominante, mentre il giallo varia dal bianco al rosso volpe ed è recessivo; così se facciamo incrociare un nero dominante con un giallo avremo tutti cuccioli neri, mentre se incrociamo un nero portatore di giallo con un giallo avremo cuccioli sia neri che gialli, ma mai a chiazze!

Il terzo colore, il chocolate, è recessivo ed è difficile da ottenere con una buona omogeneità e tonalità anche perchè il marrone troppo chiaro o giallastro è penalizzato nei concorsi di bellezza. E’ meno diffuso in Italia di quanto sia all’estero.

 

Il Carattere

Il Labrador è un cane forte, vivace, ma anche molto affettuoso e ubbidiente.

Può vivere in armonia con qualsiasi essere vivente, animale o umano, adora stare in compagnia perché ha un’indole socievole e allegra. E’ festoso con tutti, padroni ed estranei; per nulla aggressivo e dunque non può assolutamente essere usato come cane da guardia o da difesa.

Odia la solitudine e l’ozio, mentre adora fare passeggiate, nuotare, riportare qualunque cosa e fare tutto ciò che fa il padrone. Il Labrador ama compiacere il padrone, perciò è pronto ad imparare e ad ubbidire ed è facilmente addestrabile. E’ importante educarlo fin da cucciolo perchè è un cane vivace ed espansivo per cui gli va insegnato presto a contenere l’esuberanza o ad esprimerla nel modo appropriato, per esempio correndo o nuotando. Un cane ben educato può essere portato ovunque senza che disturbi nessuno, al ristorante, al parco, nei negozi e così via.

Per educare il cucciolo basta avere molta pazienza, perché è vero che impara in fretta, ma bisogna dedicargli del tempo perchè impari il significato del NO e soprattutto che “FIDO” vuole indicare proprio lui! Quindi quando decidete di comprare il cucciolo fatelo calcolando che dovrete avere del tempo da dedicargli soprattutto all’inizio, in modo da abituare subito il nuovo arrivato al nuovo ambiente e alle nuove regole.

Per quanto riguarda il suo habitat si può dire che è un cane che può dormire tranquillamente all’esterno, sempre che la cuccia sia isolata dall’umidità del terreno e dalle correnti d’aria e che abbia poi posto per potersi muovere e sporcare. Naturalmente ama però di più vivere in casa, vicino al padrone, dove riesce ad imparare ed ad adattarsi presto alle regole, alle diverse situazioni e ai conseguenti comportamenti da adottare.

Un’altra caratteristica importantissima è l’essere adatto a vivere con i bambini, perché non c’è proprio pericolo che si rivolti contro di loro, qualunque cosa gli venga fatta: bisogna piuttosto stare attenti che i cuccioli d’uomo non gli facciano male!

Per finire posso aggiungere che il Labrador è una delle razze preferite per la terapia assistita da animali o Pet-Therapy, sia per persone affette da handicap fisico, che per quelle affette da handicap psichico, sia per anziani, per ospedalizzazioni, per carceri etc.